Vedi tutte le notizie

Ristrutturazione della kažeta

22. Gen 2024

Il mese scorso, nell’ambito del progetto POSEIDONE, che fa parte del programma Interreg Italia-Slovenia, abbiamo ristrutturato una vecchia casa in pietra. Come in passato, è stata costruita con la tecnica del muro a secco, cioè senza l’uso di leganti, come la malta, tra le pietre stesse. Queste costruzioni sono tipiche della campagna istriana, dove i contadini riponevano gli attrezzi e i prodotti e i pastori si riparavano dai temporali o dagli acquazzoni estivi. A causa dell’abbandono dell’agricoltura e dello spopolamento delle campagne dopo la Seconda guerra mondiale, la maggior parte di queste strutture è oggi in stato di abbandono. Restaurando la casetta- la piccola casa in pietra, abbiamo voluto contribuire alla conservazione del patrimonio culturale e naturale dell’Istria slovena. Oltre al loro significato culturale, queste case in pietra, insieme ad altri edifici con muri a secco e ai loro dintorni, contribuiscono ad aumentare la biodiversità del paesaggio agricolo. Sono un habitat importante per molte specie animali e vegetali. Questi elementi con muri a secco possono quindi essere considerati un’importante infrastruttura verde nel paesaggio agricolo.

La casetta si trova lungo il percorso da Belvedere alle Rocce Bianche. Probabilmente negli anni ’50 era ancora in uso e ben mantenuta. Nel settembre di quest’anno, quando sono iniziati i lavori di ristrutturazione, c’erano solo quattro muri invasi dalla vegetazione. Sotto la gestione dell’Istituto “Suhi zid”, è stata riportata al suo antico splendore. Il restauro è durato ben un mese, con la rimozione della vegetazione e delle pietre rovinate dalle intemperie, l’importazione di materiali e un po’ di duro lavoro. Proprio come l’originale, anche la nuova è fatta di arenaria, che abbonda nella parte costiera dell’Istria slovena, motivo per cui la maggior parte degli edifici costruiti con la tecnica dei muri a secco è costruito con questa roccia. Nel processo di ricostruzione, la casetta è stata dotata anche di finestre e porte e il tetto è stato nuovamente coperto con cornici, come in passato.

Il processo di restauro è visibile nelle foto qui sotto e i visitatori del parco possono vederla di persona.

Gentilmente invitati!